Ho deciso di aprire Difonzo Arredamenti nel 2010, dopo essermi preso un anno “sabbatico”, anche se nel frattempo studiavo e cercavo di capire come, dove, quando aprire il negozio.

Mi ero licenziato da un’azienda ottima dove commercializzavo e vendevo i divani. Un lavoro che ho sempre fatto con passione e dedizione, impiegandoci anche le 12/14 ore al giorno che, fortunatamente, erano anche ben retribuite.

Perchè allora lasciare tutto e rischiare con un’attività improprio?

Perchè la vita è fatta di sfide.

Ed è per questo che ho scelto di smettere di essere un dipendente e creare qualcosa di mio.

La prima idea era proprio quella di diventare un rivenditore di divani, ma dopo un’attenta analisi di mercato nella mia zona, mi sono reso conto che alcune aziende nei dintorni erano aperte anche alla vendita al dettaglio.

Chiunque, con una minima conoscenza di marketing, saprebbe che sarebbe stato difficile occuparsi solo ed esclusivamente di divani, visti i tanti competitor.

Di qui è nata poi l’idea di offrire un arredamento completo al cliente e, quindi, di occuparmi non solo di divani, ma anche di cucine, camere da letto, camerette, letti e chi più ne ha più ne metta.

Avendo esperienza solo con i divani, le mie conoscenze sugli altri mobili erano davvero minime, motivo per cui ho iniziato a sfogliare riviste come ArredoCasa e a informarmi con qualunque mezzo possibile.

Le mie conoscenze sono partite tutte così, da una semplice rivista.

Osservavo ogni ambiente fotografato, gli abbinamenti dei colori, le novità di ogni camera, le varie aziende e le differenze tra esse.

Piano piano che sfogliavo le riviste, mi segnavo tutte le aziende che mi ispiravano di più e chiamavo i rappresentati di esse. Non avendo uno studio o un negozio, li incontravo in un bar e mi spiegavano come funzionava.

Alcuni rappresentanti, a dire la verità, erano molto scettici sulla mia scelta e increduli all’apertura del mio negozio, perchè eravamo in piena crisi economica e sarebbe stato difficile mantenere aperto un negozio che non vendeva certo beni di prima necessità.

E per questo motivo, alcuni si sono proprio rifiutati di darmi la merce; sarebbe stato rischioso nel caso in cui avessi fallito e, di conseguenza, non avrei potuto pagare la merce.

Ti dirò, nonostante tutto, non mi sono mai scoraggiato e visti i risultati ottenuti in questi 11 anni di attività, direi che ho fatto un’ottima scelta, ho avuto un buon spirito imprenditoriale e sono davvero soddisfatto della mia attività.

Ho sempre voluto aprire il negozio a Santeramo, sia perché è il paese in cui vivo, quindi sarebbe stato più comodo, sia perchè ho sempre pensato fosse un paese commerciale, ma in tutti questi anni non sono mai riuscito a trovare un locale che soddisfacesse le mie richieste.

Per questo motivo ho cercato un locale buono nelle vicinanze, trovandone uno proprio a Cassano, in un punto strategico.

Ora che sono finalmente riuscito a trovare il locale giusto per me a Santeramo, ho cercato di ristrutturare e sistemare il nuovo negozio nel più breve tempo possibile.

Ammetto che la differenza tra Cassano e Santeramo la sento parecchio. Dover andare al magazzino o al laboratorio una o più volte al giorno non è più così pesante e non mi porta via più troppo tempo.

Ma torniamo alla nostra storia.

Ho trovato alcuni rappresentanti che hanno avuto fiducia in me e mi hanno dato la possibilità di acquistare della merce.

Pian piano, sono arrivati i primi cataloghi e la merce prenotata.

Ho letto e sfogliato più e più volte ogni singolo catalogo.
Ho studiato ogni singola caratteristica di ogni singolo prodotto.

E così, lentamente, ho imparato tutto ciò che mi occorreva per avere un minimo di professionalità.

Con gli arrivi dei mobili da mettere in esposizione ho iniziato a capire anche come funzionasse tutto il mondo del montaggio: quali viti utilizzare, come avvitare le cerniere, quale pezzo montare prima,… E’ stato abbastanza semplice imparare quest’altro aspetto, grazie anche all’aiuto del mio falegname di fiducia, che è sempre stato presente fin dall’inizio.

Con il passare del tempo, le mie conoscenze si sono moltiplicate sotto ogni aspetto e ho iniziato a cercare quel qualcosa in più, quel punto di forza che mi avrebbe distinto da tutti gli altri.

E così è nata l’idea di creare mobili su misura.

Non solo per il semplice fatto di creare mobili particolari, ma soprattutto per poter risolvere tutti i problemi dei miei clienti e riuscire, in qualche modo, a camuffare tutti quei piccoli dettagli che non avrebbero reso il mobile e il suo montaggio perfetti.

Ho continuato e continuo tutt’ora ad aggiornarmi su tutte le novità, ho partecipato a diverse fiere e un anno ho anche esposto i miei mobili.

Tutto questo perchè amo fare il mio lavoro con passione e cerco sempre di soddisfare al meglio ogni richiesta dei miei clienti.

E tu, sei già venuto nel mio negozio? Hai già visto il nuovo showroom?

Mi trovi in via Corso Italia 282, a Santeramo in Colle (BA) – 70029. Ti aspetto!